SERVIZI

Impianti di climatizzazione e riscaldamento


Realizzare un buon impianto per il riscaldamento e la climatizzazione della casa, dell’ufficio all'industria, rappresenta oggi uno degli aspetti più importanti per il conseguimento di un concreto e significativo risparmio energetico.
Gli impianti tradizionali utilizzano generalmente un combustibile fossile per il proprio funzionamento: metano, gpl, gasolio o altre miscele di carburante.
Questi sistemi, ormai considerati obsoleti ed inefficienti, hanno una serie di limiti e sono causa di costi esorbitanti per le famiglie e di inquinamento per l’ambiente. Molto spesso, inoltre, comportano fastidiosi disagi per l’approvvigionamento del carburante stesso e non consentono di controllare ed appurare con certezza le tariffe applicate dai fornitori.


Al giorno d’oggi esistono delle nuove tecnologie, più efficienti e pulite, commercialmente disponibili ed economicamente sostenibili, che consentono di conseguire risparmi davvero consistenti.
La miglior soluzione è senz’altro rappresentata dalla combinazione tra un moderno impianto di riscaldamento/climatizzazione, ancor meglio se alimentato da fonti rinnovabili, ed un buon sistema di isolamento termico dell'abitazione o stabile..
Le nuove costruzioni vengono progettate per ridurre al minimo il fabbisogno energetico dell’immobile, rappresentato dalla classe energetica dell’edificio, e sono sottoposte per legge all’obbligo di installazione di impianti di produzione di energia da fonte solare (fotovoltaico e solare termico).
L’isolamento termico dell’edificio (cappotto esterno o isolamento interno delle pareti) consente di ridurre al minimo la trasmittanza di energia termica con il conseguente risparmio derivante dal minor utilizzo degli impianti di riscaldamento e climatizzazione nel corso dell’anno.
Queste soluzioni progettuali possono essere applicate anche in occasione delle ristrutturazioni, anche laddove non sussista l’obbligo di legge del raggiungimento di determinate prestazioni energetiche.


Il risparmio non deve essere conseguito con la riduzione dell’utilizzo dei sistemi di riscaldamento e climatizzazione a scapito del comfort, come ad esempio lo spegnimento dei radiatori/caloriferi in ambienti poco utilizzati o l’utilizzo intermittente “ON/OFF” dei climatizzatori, il vero risparmio si consegue quando il livello di comfort non viene compromesso, anzi, si ottiene con la riduzione dei consumi energetici e dei relativi costi unitamente ad un miglioramento del benessere percepito nella vita quotidiana all’interno dell’edificio.
Ogni edificio ha le proprie peculiarità, per questo non si può standardizzare e generalizzare proponendo un intervento, solo un accurato sopralluogo e l’analisi dello stato di fatto attuale possono consentire al progettista di formulare la proposta più confacente al caso specifico.
Oggi esistono una serie di impianti e tecnologie efficienti che, in alcuni casi, possono essere integrati tra loro per ottenere i maggiori benefici.